Make your own free website on Tripod.com

Jorge Luis Borges

Un grande scrittore, un vero genio!
Possiamo riassumere in breve la sua vita basandoci su alcune date fondamentali per conoscere il suo excursus letterario.

1899 Jorge Luis Borges nasce nel centro di Buenos Aires, il 24 agosto, da famiglia "criolla".
1902 La famiglia Borges va ad abitare a Palermo, un quartiere di Buenos Aires. Borges parla già lo spagnolo.
1907 Compone in "lingua cervantina" un racconto, il suo primo racconto "La visiera fatale", che però non verrà mai pubblicato.
1908 "El Pais" pubblica la sua traduzione del racconto di Oscar Wilde "Il principe felice".
1909 Incomincia le lettura delle opere di Stevenson e di Wells che non verranno mai dimenticate dall' autore, nel corso della sua attività letteraria.
1914 - 16 Il padre semicieco, si reca in Europa per quello che doveva essere un breve viaggio, ma a causa dello scoppio della guerra resterà a Ginevra insieme alla famiglia. Qui Borges studia il tedesco il francese (che già conosce bene ), legge Zola, Hugo, Baudelaire e altri poeti francesi.
1918 Alla morte della nonna la famiglia si trasferisce a Lugano e quindi, dopo lo scoppio della guerra in Spagna, Borges intraprende la lettura di molti filosofi tedeschi tra i quali Schopenahuer che resterà il suo prediletto.
1919 Borges scrive il racconto "El lobison" mai pubblicato.
1920 A Siviglia collabora con gli ultraisti, pubblicando versi e prose in alcune riviste giovanili, alle quali collabora con disegni e xilografie, anche la sorella Norah. Firma anche un "manifesto ultraista".
1921 A Siviglia e poi a Madrid continua l' attività letteraria a favore di questa nuova corrente: l' ultraismo. Verso la fine dell' autunno ritorna con la famiglia a Buenos Aires.
1923 Pubblica il primo libro : "Fervor de Buenos Aires" con alcune incisioni di sua sorella Norah. Compie un secondo viaggio in Europa, visitando la Francia, la Spagna e l' Inghilterra.
1924 Tornato dal vecchio continente collabora alla seconda rivista "Proa" e alla rivista "Martin Fierro".
1925 Pubblica "Luna de enfrente", una raccolta di ventotto liriche e un prologo e "Inquisiciones" (ventiquattro saggi critici).
1926 Pubblica "El tamano de mi esperanza ", ventiquattro saggi su temi letterari, in prevalnza argentini che non verranno mai ripubblicati e "Indice de la nueva poesia anericana" in collaborazione con A. Hidalgo e V. Huidobro, prima antologia della poesia ispanoamericana d' avanguardia.
1927 Fa leggere ad un amico la sua prima conferenza, "El idioma de los argentinos" che gli procura l' amicizia di Victoria Ocampo.
1928 Pubblica "El idioma de los argentinos", libro che non verrà mai ripubblicato, salvo la conferenza del 1927 che dava titolo al volume.
1929 Pubblica "Cuaderno di San Martin" e collabora a diversi giornali e periodici ("Sintesis").
1930 Pubblica "Evaristo Carriego" e il racconto "Hombre de la esquina rosada" . Conosce Adolfo Bioy Casares che rimarrà per lui un caro amico e intimo collaboratore.
1931 Esce la rivista "Sur" fondata da Victoria Ocampo al primo numero della quale Borges collabora.
1932 Pubblica "Discusion" ( raccolta di quindici saggi critici), e prologhi al "Cimitero marino" di P. Valery e a "Nascita del fuoco", versi dell'amico R. Godel.
1935 Pubblica il suo primo libro di racconti, "Historia universal de la infamia".
1936 Pubblica "Historia de la eternidad" ; fonda con Bioy Casares la rivista "Contratiempo" di tendenza antierudita e antifolcloristica; traduce "Room of One's Own" di V. Woolf e "Perséphone", di Gide.
1937 Pubblica una "Antologia classica de la literatura argentina".
1938 Muore suo padre e quindi è obbligato a cercare un impiego che trova in una biblioteca municipale della periferia. In dicembre una grave ferita alla testa gli compromette la vista.
1939 Pubblica il suo primo racconto fantastico: "Pierre Menard autore del Don Chisciotte" sulla rivista "Sur".
1940 pubblica "Antologia de la literartura fantastica" che scrive in collaborazione con A. Bioy Casares e Silvina Ocampo. E' in questo periodo che prende posizione contro il nazismo.
1941 Pubblica "El jardin de los senderos que se bifurcan" e "Antologia poetica argentina" con la collaborazione di A. B. Casares e S. Ocampo.
1942 Ritorna a pubblicare poesie; pubblica il giallo "Seis problemas para Don Isidro Parodi" sotto lo pseudonimo di H. Bustos Domecq, in collaborazione con Bioy Casares.
1944 Pubblica "Ficciones" ("Finzioni"), edizione aumentata del "Jardin de los senderos que se befurcan"; riceve un premio d' onore dalla SADE (Societad Argentina de Escritores). Esprime la sua contrarietà nei confronti del nuovo regime militare.
1945 Pubblica l' antologia "El compadrito" (con S. Bullrich); prologa le opere di Carlyle (Sartor Resartus) e di H James ("L' umiliazione dei Narthmore"). La madre e la sorella sono incarcerate per aver partecipato ad una manifestazione antiperonista.
1946 Destituito dall' impiego di bibliotecario per rappresaglia dei peronisti Borges incomincia a tenere delle conferenze. Dirige una nuova rivista, "Anales de Buenos Aires" e prologa "Novelas ejemplares" di Cervantes e "Bozzetti californiani" di Bret Harte.
1947 Pubblica "Nueva refutacion del tiempo", saggio filosofico e appaiono dei suoi racconti su "Anales de Buenos Aires" e su "Sur".
1949 Pubblica "El Aleph",tredici racconti; traduce "Gli Eroi" di Carlyle, prologa la "Divina Commedia" e "La crociata dei bambini", di M. Schwob.
1951 Pubblica "La muerte y la Brujula", racconti che erano già apparsi in "Finzioni" e in "El Aleph".
1952 Pubblica "Otras Inquisiciones " , raccolta di saggi letterari e filosofici, ,e la seconda edizione di "El Aleph".
1953 Pubblica un saggio su Martin Fierro (in collaborazione con M. Guerrero"). La casa editrice Emecé inizia con "Historia de la eternidad" la pubblicazione delle "Opere complete" di Borges a cura di José E. Clemente.
1955 Borges pubblica alcuni scenari cinematografici in collaborazione con Bioy Casares: "Los orilleros" e "El paraiso de los creyentes", pubblica poi le antologie di "Cuentos breves y extraordinarios" e della "Poesia gauchesca" sempre in collaborazione con Bioy Casares. Viene nominato vice direttore della biblioteca nazionale di Buenos Aires, professore di letteratura inglese nella facoltà di lettere dell' Univerità membro dell' accademia argentina di lettere.
1957 Pubblica "Manual de zoologia fantastica" in collaborazione con Margarita Guerrero.
1960 Appare "Libro del cielo y del infierno" (scritto in collaborazione con Bioy Casares).
1961 Pubblica "Antologia personal" (composta da prose e poesie) e "El Hacedor" (prose e poesie inedite in volume); il premio internazionale degli Editori, conferitogli a Formentor (Maiorca) e condiviso con Samuel Beckett lo porterà ad assumere una notevole fama anche in Europa.
1964 Borges tiene convegni e conferenze in Europa.
1965 Prologo di Borges a "Fabbricante di stelle" di O. Stapledon.
1966 Pubblica l' edizione completa delle "Obras poeticas" e riceve il premio "La Madonnina" dal comune di Milano e quello della Fondazione Ingram Meril di New York.
1967 Pubblicas "Cronicas de Bustos Domecq" (20 racconti umoristici in collaborazione con Bioy Casares) e "Para las seis cuerdas", milonghe e tanghi, musiche di Astor Piazzolla. Soggiorna negli Stati Uniti e tiene delle lezioni e delle conferenze in inglese a Harvard e in altri centri culturali. Il 21 settembe sposa Elsa Astete Millan, conosciuta fin dalla giovinezza.
1968 Pubblica "Nueva antologia personal" e "Libro de los seres imaginarios", seconda edizione aumentata di "Manual de zoologia fantastica". Viaggia in Europa e in Israele e a Gerusalemme conosce il celebre cabalista Scholem che era già stato un suo "personaggio".
1969 Pubblica "Elogio de la sombra", un nuovo libro di versi e prose, "El otro el mismo", riedizione di versi già pubblicati; traduce e prologa, poi, "Foglie d' erba" di W. Whitman. Compie un nuovo viaggio negli Stati Uniti all' università dell' Oklahoma.
1970 Pubblica "El informe de Brodie" (undici racconti nuovi), scrive dei prologhi al Macbeth di Shakespeare, pubblica "El matrero", una nuova antologia. Va nuovamente negli Stati Uniti; a Rio de Janiro riceve il Gran Premio della prima biennale degli Editori Latino-americani; si separa legalmente dalla moglie.
1971 Viaggia in Europa (quattro conferenze a Londra; vede la sognata Islanda), in Israele, dove invece riceve il Premio della città di Gerusalemme, e negli Stati Uniti, per un corso di tre lezioni presso la Columbia University, che gli conferisce la laurea honoris causa.
1972 Pubblica "El oro de los tigres" (nuove posie e prose).
1973 Viaggia in Spagna e, all' avvento del governo peronista si dimette dal ruolo di direttore della Biblioteca Nazionale.
1974 Scrive il prologo e le note al "Facundo" di Sarmiento; gli viene conferito il premio internazionale Alfonso Reyes (Messico). Escono le "Obras completas" in un volume unico.
1975 Pubblica "La moneda de hierro" (poesie e qualche prosa lirica), "Que es el budismo" (in collaborazione con Alicia Jurado) , "Cosmogonias", sei poemi, in edizione d' arte, con illustrazioni di Aldo Sessa; collabora con la collana "Testi rari e fantastici" presso l' editore Ricci di Parma.
1977 Pubblica "Historia de la noche" (poemi) e "Nuevos cuentos de Bustos Domecq", nove narrazioni satiriche in collaborazione con Bioy Casares. Soggiorna in Italia in aprile-maggio e qui concede molte interviste alle reti televisive; a Pesaro riceve il "Labirinto d' argento".
1978 Pubblica "Snorri Sturluson" traduzione e prologo, "Androguè", undici liriche già note con illustrazioni di sua sorella Norah. In febbraio riceve la laurea honoris causa della Sorbona.
1979 Viaggia in Europa e partecipa a Parigi all' omaggio dell' UNESCO alla scrittrice argentina Victoria Ocampo, morta nel 1978. Gli viene conferita la Gran Croce della Repubblica federale Tedesca, il governo argentino gli offre una onoreficenza ufficiale in occasione del suo ottantesimo compleanno. L' accademia di Spagna gli assegna il premio Cervantes istituito nel 1976; pubblica "Borges coral": cinque conferenze tenute all' università libera di Belgrano.
1980 In aprile ad Alcalà de Henares il re di Spagna gli conferisce il premio Cervantes; viaggia negli Stati Uniti e in Europa dove, a Parigi, riceve il premio Cino Del Duca e a Roma il premio Balzan. Viaggia inoltre in Svizzera e in Italia; pubblica "Siete noches", una serie di conferenze tenute nel 1977 al Teatro Coliseo di Buenos Aires sui seguenti temi: "La Divina Commedia", "L' incubo", "Le mille e una notte", "Il buddismo", "La càbbala", "La cecità".
1981 Fa un viaggio in Italia, a Roma all' Accademia dei Lincei, dove viene solennemente ricevuto per la consegna del premio Balzan. Trascorre "cinque indimenticabili settimane" in Giappone, ospite del Ministero dell' Educazione. Pubblica "La cifra", raccolta di quarantasei liriche e prose poetiche dedicate a Maria Kodama. Riceve il premio Ollin Yolitzli conferitogli dal Presidente del Messico.
1982---
1983---
1984---
1985---
1986-In giugno muore di tumore al fegato ed enfisema polmonare.

frroble@tin.it

Ritorna alla pagina principale